you can download images to enjoy on your device - no commercial, only private use allowed
© Tommaso Saccarola P.I. 03676940277

Personali

personal projects

Esterno notte

Un progetto in corso di realizzazione che ha a che fare con l’uomo e il suo abitare. Le case. Proteggono, racchiudono, di notte sembra non esistere "il fuori". Eppure. Le case quando non si ha controllo e percezione completa di ciò che le circonda. Il desiderio di un “dentro”. L’impulso del cercare riparo. La vita all’interno che filtra, con la luce, verso l’esterno. C’è separazione, ed è ciò che più emerge | An ongoing project that has to do with people and their living. Homes, they protect, enclose, by night seems not to exist an outside. Homes, when there isn't the complete control and the perception of that sorrounds them. When you desire to be inside. The need to find a roof. Life that filters from the inside towards the outside with the light. There is a separation, and that is what emerges most.

Montagna

Mountains - Dolomites Unesco World Heritage and more

Monte Grappa

Un'ampia selezione di foto per scoprire il Massiccio del Monte Grappa: a ridosso della pianura veneta, disseminato di tracce di storia, diffusamente antropizzato, molto frequentato. Ma la natura è preponderante, il Grappa è diventato "riserva della biosfera Unesco", si possono trovare angoli di wilderness non così nascosti.

VAIA

Woods and landscape after the storm Vaia - Nov, 2018

Carlo Scarpa

Carlo Scarpa - Tomba Brion - Cimitero San Vito Altivole (TV)

Osti in pandemia

Osti in pandemia Trattorie, osterie, ristoranti, spesso con una lunga storia alle spalle, conduzioni che si tramandano di generazione in generazione. “Nemmeno durante la guerra (Seconda guerra mondiale nda) abbiamo avuto una crisi così, almeno c’erano i soldati che venivano a mangiare.” “Il periodo peggiore prima di questo è stato durante la guerra del Golfo, tutti avevano paura, non venivano turisti a Venezia, ma non così brutto” “Ce la siamo cavata, ne siamo usciti, ma solo perchè non abbiamo l’affitto, i muri sono nostri, ma non si può stare con le mani in mano. ” E così via. La ristorazione è indubbiamente uno dei settori più colpiti dalle chiusure imposte per limitare il dilagare della pandemia da Covid-19. Ho deciso di documentare il momento di crisi fotografando una scena diffusa: osti, chef, che pranzano nel loro locale vuoto. Rimuginando su come affrontare la cosa, cercando di immaginare quando potrà finire, facendo magari progetti per la riapertura, per rinnovarsi e ripartire.

The Line

Marghera || Mestre: L'intento del progetto è quello di documentare la profonda divisione urbana che c’è tra Mestre e Marghera: municipalità diverse dello stesso comune, separate dalla ferrovia e dalla strada a quattro corsie, via della Libertà. Una linea che non unisce, ma divide, quasi impermeabile al passaggio delle persone. Asfalto, cemento, ringhiere, guardrail, muri, binari. Tutto rende difficile attraversare, raggiungere. La viabilità è stata realizzata in funzione dei trasporti per lo sviluppo industriale. I passaggi riservati a pedoni e biciclette sono pochi, scomodi, fatiscenti, insicuri, abitati dal degrado. Passerelle appese sotto ai cavalcavia, sottopassaggi, o un sovrappasso funzionale a collegare le fermate dell’autobus sui due lati della strada. La maggior parte dell’area sotto e accanto alla strada è abbandonata a sé stessa, un’apparente periferia in centro città, un’area che potrebbe essere vitale, vissuta.

Stazione di Mestre

Nel luglio 2020 è stato approvato l’accordo per la costruzione di un ampio ponte pedonale sopra la stazione. Un progetto che rappresenta un importante passo avanti nel collegare le municipalità di Marghera e Mestre. Il mio progetto fotografico vuole documentare l’area della stazione in vista dello stravolgimento urbanistico, per il valore storico che la fotografia possiede intrinsecamente.